Vales - Società Cooperativa Sociale

Da una lungo cammino di dialoghi, discussioni e incontri, che è durato più di un anno, anche grazie all’incontro con l’Amministrazione comunale che aveva approfondito le discussioni che a livello nazionale stavano facendo venire alla luce il terzo settore, nel 1987 viene fiondata la cooperativa La Casa.
Il nome “La Casa” è stato scelto intendendo con questo sottolineare il fatto che gli anziani devono rimanere quanto più a lungo possibile nella propria dimora.

Fu questo un tempo molto intenso in cui si navigava a vista e si sperimentavano soluzioni e modalità di approccio sempre avendo come bussola il fatto che il ruolo delle operatrici era diverso da quello interpretato dalle donne di servizio. Il servizio che si voleva offrire voleva essere un aiuto offerto da persone che avevano deciso liberamente di mettersi a disposizione di chi aveva perso in tutto o in parte autonomia e capacità di pensiero e di azione. Nel pratico tale aiuto consisteva in tutti i lavori di casa che l’anziano voleva e che erano dallo stesso giudicati importanti per recuperare dignità e libertà. Altro punto fermo era rappresentato dall’incoraggiamento e sostegno alle operatrice a fare qualche lavoro insieme all’anziano, senza sovrastarlo, ma spingendolo a mettere o rimettere n moto le sue facoltà psichiche e fisiche.

Attività in essere

Servizio di cura e assistenza alla persona, sia all’interno di convenzioni per servizi di assistenza domiciliare, assistenza domiciliare integrata e cure palliative, sia in forma privata, con contenuti diversificati; servizio certificato qualità ISO 9001:2000

Servizi di cura e assistenza alla persona attraverso la gestione di Centri Servizi e di Centri Diurni Anziani;

Servizio di trasporto e di accompagnamento di persona incapaci o con difficoltà a deambulare in maniera autonoma o a favore di persone anziane con età maggiore di 65 anni, minore in età scolare dell’obbligo ed il mondo del terzo settore;

Servizio di trasporto e consegna pasti a domicilio, di consegna del farmaco a domicilio e di consegna della spesa a domicilio a favore di persone anziane con età maggiore di 65 anni o di persone sole, temporaneamente impossibilitate ad uscire di casa;

Servizi socio educativi di sostegno ai percorsi scolastici e/o formativi;

Gestione della Casa per Ferie Maso San Giuseppe;

Organizzazione e Gestione di pacchetti turistici dedicati ad anziani e/o persone portatrici di abilità diverse;

Partecipazione come soci fondatore alla cooperativa ALISEI, cooperativa sociale per l’inserimento lavorativo di persone di cui alla legge 381/1991 e accoglienza di percorsi di inserimento lavorativo

Progettazione e gestione di progetti di cooperazione internazionale dedicati al sostegno e allo sviluppo di comunità del sud del mondo, in particolare in Africa;

Valori che sottendono l’operatività

Essere impresa di persone: riuscire quindi a valorizzare la persona all’interno della organizzazione senza alcun obbligo di adesione sociale, riuscendo a fare in modo che la stessa trovi condizioni organizzative, relazionali ed economiche soddisfacenti al punto tale da evitare la ricerca di altri lavori;

Non essere impresa di capitali: viene perseguita la sostenibilità economica dell’impresa sociale senza che questo si traduca in una politica esasperata di moltiplicazione degli utili;

Essere una impresa di comunità: riuscire ad essere letti dalle persone, dalle istituzioni e dai diversi componenti il tessuto sociale, che compongono e vivono la comunità, come uno strumento prezioso, fidato, la cui presenza è considerata un bene per la qualità della vita personale e della propria famiglia;

Essere una impresa trasparente: mettere in condizione tutti i soci e, più in generale tute le persone che nei confronti della cooperativa hanno degli interessi, di leggere la situazione organizzativa, operativa ed economica; ed essere in grado di potersi confrontare con la governance circa eventuali domande di chiarimenti, suggerimenti e/o richieste di nuovi servizi;

Essere una impresa che produce e gestisce economia legale e che riesce a promuovere percorsi di crescita professionale, culturale e di emancipazione delle persone che compongono la propria base lavorativa ed operativa;

Essere una impresa che continua a mantenere al centro del proprio operato l’utente e la sua famiglia di riferimento, ricercando le soluzioni organizzative che meglio consentono di rispondere ai bisogni di cui veniamo investiti;

Essere una impresa che pur operando all’interno della comunità, mantiene una visione sul mondo in maniera tale da relativizzare quello che accade nella nostra realtà e di cercare di aiutare, nel limite del possibile, piccole altre comunità del sud del mondo che vivono in condizioni di povertà e di indigenza;

Essere una impresa che opera in rete con altre realtà, sulla base della scelta di lavorare per creare un clima ed una cultura laica in cui ciascun pensiero, esperienza o credo religioso sono posti sullo stesso piano e dove l’incontro con l’altro, l’interazione dei saperi, viene considerato momento di confronto utile e di crescita;

Essere una impresa che promuove processi di comunicazione e che si prende cura del processo di interazione tra diversi attori;

Essere impresa con propensione all’innovazione e cioè essere capaci di mettersi in discussione per affrontare con strumenti nuovi e nuove procedure i cambiamenti sociali che intervengono nella comunità.

Essere una impresa che promuove una cultura dei “diritti”, soprattutto a favore delle persone più deboli e bisognose di sostegno.